L’osteopata

L'osteopatia è considerata una medicina manuale non convenzionale che ha l’obiettivo di mettere in evidenza la presenza di disfunzioni osteopatiche.

Le disfunzioni osteopatiche sono distretti corporei con restrizioni dei movimenti fisiologici, dalle quali possono scaturire molte delle più comuni manifestazioni cliniche che interessano il sistema muscolo scheletrico e gli altri apparati.

L'osteopatia stabilisce nell'individuo un'unità funzionale nella quale le strutture psichiche, viscerali e somatiche sono inscindibili.
Curriculum Vitae
ambulatorio osteopatia

Standard di competenza

L'osteopata deve possedere le seguenti capacità e competenze:
  • Conoscenza dell’ anatomia, della fisiologia e della biomeccanica;
  • Distinguere le disfunzioni funzionali osteopatiche e le patologie di carattere medico;
  • Abilità manuali;
  • Attuare tutte le procedure necessarie ad evitare rischi per il paziente;
  • Rispetto delle norme deontologiche ivi compreso il dovere di astenersi da qualsiasi diagnosi o prescrizione di tipo medico;
  • Riconoscere i limiti dell'osteopatia e in caso indirizzare il paziente ad altre competenze.
osteopata iscritto roi

Obiettivi

L'obiettivo della medicina osteopatica è la normalizzazione eziologica e non sintomatica delle disfunzioni della persona, attraverso opportune metodiche manuali.

L'osteopatia, grazie proprio ai principi su cui si basa, si rivolge a persone di tutte le età: dal neonato all'anziano, fino alla donna in gravidanza.
Share by: